skip to Main Content

Rischio Amianto


Bonifica dell’amianto


In passato è stato largamente utilizzato in edilizia per le sue qualità di isolamento e resistenza. Coperture, canne fumarie, pluviali, serbatoi, pavimentazioni, coibentazioni, ecc., in amianto, cemento-amianto o similari, sono ancora presenti in edifici costruiti prima delle norme per la cessazione dell’impiego [Legge 27 marzo 1992, n. 257].
Se esposto ad agenti atmosferici può deteriorarsi; degradato o friabile, l’amianto è altamente nocivo.
Rilevamenti, analisi e valutazione del rischio, pianificazione e programmazione delle attività di rimozione, procedure da seguire nei diversi processi di lavorazione, metodologie tecniche per gli interventi di bonifica lo rendono inoffensivo.

La nostra offerta è suddivisa in due diverse fasi al fine di affrontare il rischio per gradi.

Fase 1 – Rilevazione presenza amianto


Il servizio comprende il sopralluogo di personale esperto, il rilascio di una relazione contenente gli obiettivi dell’indagine e il risultato dell’ispezione visiva dei materiali al fine di poter stabilire se escludere il rischio amianto ovvero se rimandare agli approfondimenti analitici di cui al servizio di campionamento dei materiali e analisi

Fase 2 – Campionamento dei materiali e analisi


Il servizio comprende il rilievo fotografico dei materiali da campionare (al fine di evidenziare la struttura macroscopica e l’ubicazione rispetto all’ambiente potenzialmente soggetto alla contaminazione), la mappatura delle zone in cui sono presenti materiali contenenti amianto, la relazione tecnica contenete le informazioni raccolte, la valutazione del rischio e dello stato di conservazione dei materiali contenenti amianto mediante l’utilizzo di algoritmi matematici, i risultati delle analisi effettuate e in allegato i rapporti di prova di laboratorio.

Normativa di riferimento:
Ex art 246 al 265 D. Lgs. n. 81/08

Sei interessato ai nostri servizi?


Contattaci gratuitamente. Non vediamo l’ora di parlare dei tuoi progetti.

Back To Top